Open Day di Roma: USA e Caraibi non sono mai stati così vicini

Sono trascorsi pochi giorni dall’Open Day che si è tenuto a Roma lo scorso sabato 30 aprile. Ultimo giorno di mascherine obbligatorie, di green pass, di controlli… ultimo giorno di pandemia. E quale modo migliore per festeggiare se non guardando al futuro?

L’ideatore dell’Open Day, Max Fabbri, ha puntato l’accento dell’evento sull’importanza della qualità dell’offerta proposta. Qualità che si traduce in due direzioni: un’offerta formativa differenziata con relatori esterni ad Evolution Travel e in un’offerta turistica decisamente nuova che apre le porte ad un’interessante opportunità lavorativa.

È da questo presupposto che è nato l’Open Day di Roma incentrato sugli Stati Uniti e sulle molteplici estensioni mare che riguardano i Caraibi.

Un’opportunità formativa senza precedenti

L’Open Day è iniziato con la presentazione di Max Fabbri, consulente di riferimento per gli Stati Uniti di Evolution Travel, che ha parlato in particolare di New York. Se è vero che la Grande Mela non necessita di presentazioni è anche vero che la città è un luogo inesauribile, unico al mondo, un variegato microcosmo che trasforma un’esplorazione infinita nell’esperienza della vita stessa.

E poi la grande novità: il turismo italiano sta finalmente scoprendo i Caraibi!

Lucilla Venditti, referente dell’ente del turismo di Aruba e di Barbados, ha raccontato le particolarità di queste due location che si sposano perfettamente con gli Stati Uniti per creare viaggi combinati di altissimo valore.

Da Aruba alle Bahamas, dalle Piccole Antille alle Isole Vergini passando per le Isole Cayman, non c’è isola caraibica che non valga la pena di essere esplorata.

I viaggi combinati con New York e Caraibi si sposano perfettamente con un tipo di turismo moderno che, oltre al mare cristallino, desidera esplorare e conoscere nuovi angoli di mondo.

Molte delle isole caraibiche, una più bella dell’altra, sono ancora lontane dal turismo di massa e soprattutto sono sconosciute a gran parte del pubblico italiano, motivo per il quale si prestano come un’opportunità perfetta per i consulenti di Evolution Travel di offrire un viaggio indimenticabile difficilmente affrontabile con il fai da te.

Ma anche viaggi di gruppo…

È stato poi il turno di parlare di viaggi di gruppo. Una tipologia di viaggio particolarmente colpita dalla pandemia che però si prevede tornerà presto a crescere proprio grazie alla fine delle restrizioni.

Il gruppo Teamamerica Receptive, new entry tra i partner di Evolution Travel, ha presentato numerosi pacchetti di viaggi di gruppo incentrati soprattutto nella east e west coast americana. Un’offerta di qualitàche si presterà alla vendita nei confronti di tutti coloro che nelle prossime settimane torneranno a sentire la necessità di condividere l’esperienza del viaggio con altre persone.

A chiudere il pomeriggio ci sono stati gli interventi di Adriano Gabrielli, referente di American Airlines e di Claudia Rinna, consulente di Evolution Travel e commerciale per Genre Hotel.

Ma quant’è bella Roma!

Splendido l’Hotel Ripa nel quale si è svolto l’evento, ma soprattutto a far da sfondo la città eterna, Roma, in un’atmosfera tipicamente primaverile. Clima perfetto e quell’odore inconfondibile di fiori misto alprofumo di fritto: è il fascino di Trastevere!

L’abbacchio del pranzo (sì qualcuno ha avuto il coraggio di ordinarlo) non ha assopito l’attenzione del gruppo che, ha partecipato attivamente fino alla fine con la consapevolezza di aver assistito al nascere di una nuova opportunità lavorativa per il mondo del turismo.


Leggi la Guida Gratuita per diventare Consulente di Viaggi Online


Related Articles

Responses

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.